Il blog delle Timbrine

in collaborazione con Impronte d'Autore

lunedì 3 agosto 2015

E LASCIATEMI DIVERTIRE - parte seconda

Ciao a tutti da Cristina!
Sarete sicuramente in vacanza, ma provate a dare un'occhiata ai nuovi arrivi di Impronte e scoprirete che è arrivato un altro "bastimento" carico, carico di... cose belle Lawn Fawn!
Ed allora, con maggiore entusiasmo proseguo nel magnificarvi tutti i bellissimi biglietti (e non solo) che si possono fare con questi prodotti.

Questa volta non farò una carrellata di timbrate, ma voglio farvi vedere come l'alleanza Impronte d'Autore-Lawn Fawn sia solida e feconda. Vorrei fermare la vostra attenzione su un procedimento che non è certo una novità: la tecnica Mirror. Consente, come dice la parola, di ottenere da un timbro la sua immagine speculare (cioè come se la vedessimo allo specchio). Si fa in questo modo: scegliamo il timbro, lo inchiostriamo bene, lo timbriamo su una gomma da timbro e, infine, lo timbriamo sulla carta. In sé è un procedimento semplice, l'unico scoglio è trovare in supporto adatto su cui passare la timbrata. Naturalmente si può usare il retro di un timbro di gomma o di silicone, ma deve essere grande quanto la nostra immagine e non deve essere troppo "vuoto". Cioè il davanti del timbro di cui useremo il retro per trasferire la nostra immagine, deve essere pieno di dettagli in modo da non fare avvallamenti. 

Non sempre si riesce a trovare al primo colpo il supporto che fa al caso nostro, a volte si perde un po' di tempo nella ricerca e, a volte, il risultato non è soddisfacente. Ed ecco che scatta la magnifica possibilità fornitaci da una serie di timbri di Impronte d'Autore. In negozio trovate il timbro di una tag tutta piena e con i bordi stressati (carina!), che è eccellente per il nostro lavoro mirror. E' in tre misure, così si può scegliere il formato più adatto. Quella che vedete qui è la più grande:



questa è sologomma, ma c'è anche la versione montata su legno. Ed ora mettiamoci al lavoro! Per fare l'esempio ho usato un simpaticissimo pesciolino del nuovissimo set LF891 Fintastic Friends, l'ho montato sul blocco di acrilico, l'ho inchiostrato col Memento Tuxedo Black e l'ho timbrato sulla carta Neenah, visto che lo colorerò con i pennarelli Spectrum Noir.


Poi inchiostro di nuovo il pesciolino e lo timbro sulla tag di Impronte:


Ora timbro con la tag, schiacciando con cura in modo che l'inchiostro si trasferisca sulla carta et voila:


da un pesciolino ne abbiamo due a specchio! Passo alla coloritura e poi al ritaglio: naturalmente solo per la versione base posso usare la fustella, ma almeno sono a metà dell'opera! Con la forbice scontorno l'altro. Qualche accorgimento di post produzione: poiché il secondo pesciolino è stato timbrato due volte (prima sulla gomma e poi sulla carta), l'impronta non è così netta come quella del pesciolino normale. Allora, quando ho finito di colorarlo, ripasso i contorni della timbrata con un pennarello nero finissimo tenendomi bene al centro: questo basta a renderlo simile al primo.

Questa tecnica ci permette di aumentare le possibilità espressive dei nostri timbri: consente dialoghi buffi, o anche romantici, fra eguali! Ecco un esempio (buffo) con i nostri pesciolini:



Ed un altro esempio (sempre buffo) col criceto (che non è ancora estinto, se vi piace... LF838 Wheelie Like You e fustelle LF839)



 Ho usato gli alfabeti LF559 Milo's ABC's (pesci) e LF675 Clark's ABC's (criceti).

Spero proprio che vi sia venuta voglia di provare questa tecnica facile e, da oggi, ancora più facile con i prodotti di Impronte! Vi auguro vacanze spensierate e riposanti, ci rileggiamo a settembre!

Cristina

5 commenti:

  1. Devo provare assolutamente!!!
    Ci ho provato tantissime volte ma mai con un risultato come il tuo. Bravissima.

    RispondiElimina
  2. Bravissima! Non ho mai provato questa tecnica ma credo mi cimentarò presto...in effetti avrei anche un'idea per usare la fustella anche per l'immagine a specchio...provo e ti faccio sapere!! Buone vacanze anche a te!!
    Cristina
    thehouseoftheblackbirds.blogspot.it

    RispondiElimina
  3. non conoscevo questa tecnica. grazie x il tutorial. marta

    RispondiElimina
  4. BRAVA Cri!!!!! E CHE DRITTE!!! ci proverò senzaltro!

    RispondiElimina
  5. Interessante parecchio!!! Grazie Cri;)

    RispondiElimina