lunedì 10 aprile 2017

Amici di Impronte: Lo shakerato Alberto

L'avete visto qualche volta in fiera con noi, avete avuto la fortuna di seguire un suo corso ed oggi è gradito ospite sul blog delle timbrine per mostrarci uan delle sue meraviglie.
Lascio la parola a lui.

Buongiorno carissime followers.

Succedono delle cose veramente speciali nella mia vita. Così quando impronte d'autore mi ha chiesto di essere un ospite nel blog delle timbrine mi sono emozionato e non potevo che rispondere "OVVIAMENTE!!" 
 E così ho tirato fuori il mio bellissimo cassettino di timbri impronte e li ho guardati tutti, ne ho apprezzato la grandissima qualità, il design moderno e accattivante, le venature del legno e l'impronta perfetta. 
Così mi sono tornati alla mente tanti bellissimi ricordi, dalle prime fiere da visitatore quando entrare nel grandissimo e super arancione stand di impronte era quasi come entrare in paradiso...alla prima fiera alla quale Umberto mi volle come dimostratore (mamma quanto ero piccino!!)...ai corsi che ho tenuto nel negozio di Genova (dalla mia amica del cuore Monica)...ai primi timbri che ho disegnato per loro (una grandissima emozione che non voglio dimenticare!)...alla prima edizione dell'hobby show a Pordenone (un'emozione unica vedere impronte nella MIA città!)...alla prima visita di Annalisa da Zodio (quando ancora mi sentivo un rifugiato in Brianza, quando ancora tutte le facce erano sconosciute, lei si è presentata con "ciao sono Annalisa!" quasi fossimo amici di vecchia data...e davvero in un secondo mi sono sentito a casa!). 

Insomma impronte è sempre stato parte fondamentale della mia vita e lo è tutt'ora. Sono un ragazzo fortunato perchè ho avuto la fortuna di trasferirmi a 15 minuti di treno dal negozio, a 15 minuti di treno dal bellissimo ufficio di Umberto, a 15 minuti di treno dalla mia zona di confort. E quando mi hanno chiesto di essere ospite ho unito i puntini e sinceramente era l'unica esperienza che mi mancava da fare con impronte..mi sono davvero commosso!

Una sola card per la famiglia di impronte mi sembrava poco e così ho creato una serie di tre card, molto semplici ma che colgono il vero valore di questa azienda storica del cuore di milano....ma del cuore di ognuno di noi scrapper italiani! 

Diciamolo, chi di voi non si ferma ancora oggi a vedere le demo dell'embosser da impronte d'autore? 
Chi di voi non ha comprato il suo primo timbro da Impronte? 
Chi di voi non si sente a casa quando Umberto sorride felice quando vi vede?


Ho usato dei timbri natalizi (1901-R Fatina pigna, 1903-R Fatina Stella di Natale, 1902-R Folletto pigna) ma che a me hanno dato un soffio di primavera...colorando questi piccoli folletti in colori neutri possono essere usati per card da regalare durante tutto l'anno. 


 ...e poi impronte non ci porta solo i timbri più belli del commercio, non solo ha una vastissima scelta di inchiostri, carte e chi più ne ha più ne metta....impronte è molto di più perchè loro sono in grado di trasformare una tua idea in un sogno realizzato. E così mi sono fatto fare dei bellissimi personalizzati con le scritte che volevo io, da abbinare alla perfezione con questi dolci folletti. Una carta della Graphic45 fa da cornice, all'immagine, uno dei timbri che ho disegnato per impronte e un semplice nastrino. 




 Come vi ho detto le card sono semplicissime ma volevo esaltare il valore che hanno questi timbri per me. Spero che la mia emozione sia passata ma non troppo per non sembrare un semplice racconto delirante di un ragazzo innamorato di alcuni pezzi di gomma. 



Non mi resta che salutarvi, magari ci ritroviamo nel negozio di Milano prossimamente...e nel frattempo vi abbraccio fortissimo!


2 commenti:

  1. Complimenti per le tue card....sono davvero magiche...

    Monica

    RispondiElimina
  2. Sei bravissimo!!! Colori... poesia!!!

    RispondiElimina